hit counter script
Visual Studio 2010 e .NET 4.0 - Blog ufficiale del team MSDN Italia - Site Home - MSDN Blogs

Blog ufficiale del team MSDN Italia

divisione DX - Developer eXperience & evangelism

Visual Studio 2010 e .NET 4.0

Visual Studio 2010 e .NET 4.0

  • Comments 7

imageSoma”, ha annunciato oggi, il nome e le finalità della prossima versione di Visual Studio e del .NET Framework.

WOW!

 

Su channel9 sarà la settimana di Visual Studio 2010 Team System, quindi aggiungete questo bookmark e

Stay Tuned !

Announcing Visual Studio Team System 2010

Continua …

 

 

-Pietro

  • PingBack from http://www.easycoded.com/visual-studio-2010-e-net-40/

  • Ottima notizia, adoro sempre più questi prodotti ;-).

    C'è sempre da studiare e da imparare, ben vengano nuovi prodotti ed aggiornamenti. Però occorre aspettare due anni :-(.

    Great.

    Emanuele

  • Fai piacere che ci siano nuovi prodotti, il problema però che per realizzare Web o Client ci sono tanti metodi differenti vedi, Silverlight, Ajax. Mi chiedo ma se si sta sviluppando Silverlight che senso ha spingiare anche su Ajax, non è sufficiente una tecnologia. Ciao

  • No, non è sufficiente spingere solo su una tecnologia: Silverlight necessita di un plugin (per quanto ben distribuito). Ajax necessita del solo browser. Quello che sarebbe interessante sarebbe pensare alla graceful degradation dei componenti Silverlight che se non funzionano possono essre renderizzati de facto in componenti Ajax e se anche questi non funzionano in elementi statici html in modo da non rendere la navigazione una esperienza teribile (come è ahimè troppo spesso oggi)

  • Ciao, quello che dici è vero, però mi chiedo quali sono i criteri sui cui decidere quale tecnologia si deve utilizzare, nella vita reale succede che le nuove tecnologie sono esticamente più belle e riducono i tempi di realizzazione, ma sono poi anche più lente. Non si può realizzare più volte lo stesso applicativo altriementi verrebbe a costare tantissimo. Forse si dovrebbe dare più indicazioni sulle problematiche reali è quindi fare le giuste valutazioni, altrimenti tra formazione e realizzazione non si fa in tempo a diventare padroni di una tecnologia che ne esce una nuova.

  • Mhmmm... troppe novità rendono incomprensibile il cammino anche a chi sviluppa per vivere..!!! Ebbene, dovremmo renderci conto che quanto sia accaduto negli ultimi 5 anni, si deve attribuire esclusivamente alla voracità dei produttori di suite per lo sviluppo integrato Object Oriented. Noterete che chi sviluppa in C++ non ha bisogno di nuove release, ma solo di piccoli aggiornamenti reperibili facilmente in rete e a costo zero. Diversamente, alle suite di sviluppo integrato non bastano semplici aggiornamenti, ma una totale riscrittura del complesso operativo. Basta vedere cosa è successo dall'uscita di VS2003 all'attuale VS2008, per non parlare del già annunciato VS2010...

    Insomma, quando si riesce a comprendere una parte della logica produttiva di una suite... e già bisogna ricominciare daccapo a comprenderne un'altra... ecosì via... fino ad accorgersi che il nostro portafoglio è ormai prosciugato... e il mercato non riconosce più il valore del prodotto realizzato, tanto da chiedersi se non sia il caso di migrare verso le consolidate suite gratuite messe a disposizione da un numero ormai crescente di "Majors", fra cui Sun, Red Hat ed IBM..?

    Meditate gente... meditate...

  • Caro Banker,

    dipende da che tipo di appicazione vuoi realizzare. Se usi C++, avrai notato che quello che c'è in VS2008 è esattamente quello che dici e cerchi. Ma attenzione il mondo è vario: è c'è invece ci ha esigenze completamente diverse: pensa al mondo delle RIA su Internet. .Net è fatto a stratti dalla versione 2.0; la 3.5, che si appoggia proprio sulla 3, che si appoggia sulla 2. Esistono le versioni gartuite di Visual Studio ormai da anni, per lo sviluppo web e desktop: vuoi usare Visual Studio 2008 Express come facevi con VS 2003 puoi ancora farlo!, ma per chi invece ha bisogno di novità, le può sfruttarle, la scelta è vostra.

    Puoi scrivermi al mio indirizzo pietrobr@microsoft.com, se pensi sia il caso, e vedrò di chiarirmi meglio.

    -Pietro

Page 1 of 1 (7 items)
Leave a Comment
  • Please add 6 and 3 and type the answer here:
  • Post