Dopo aver introdotto lo Smooth Streaming  nell’area ad alta qualità dell’offerta di video on demand del sito RAI TV, RAINET ha avviato la sperimentazione della versione beta per lo streaming live di questa tecnologia, trasmettendo in diretta su internet a qualità HDTV le partite della Nazionale Italiana alla Confederation Cup. Di seguito un’immagine del player utilizzato per la prima partita:

 clip_image002

La sperimentazione è realizzata in collaborazione con Inlet Technologies produttore degli encoder utilizzati per lo streaming in tempo reale, Level3 Communications per la CDN (Content Delivery Network) utilizzata per la distribuzione del contenuto video in diretta e Microsoft per la nuova componente di IIS Media Services e Silverlight che consente lo streaming live fino ad arrivare alla qualità HD.

Le partite saranno disponibili sul sito di RaiSport nella pagina dedicata allo streaming live HD inserita appositamente per questo evento.

Dopo il debutto di lunedì sera contro gli USA, la prossima partita (EGITTO - ITALIA) è in programma per questa sera,  l’inizio della trasmissione è previsto alle 20:15 circa e il calcio d'inizio alle 20:30. Solo le immagini della partita saranno in HD, non i collegamenti con studi televisivi da cui saranno trasmessi i commenti sulla partita. Prevista anche la terza partita della Nazionale (ITALIA - BRASILE)  per domenica sera agli stessi orari.

Smooth Streaming è una innovativa tecnologia di streaming adattativo che consente di erogare contenuti video con la capacità di adattare continuamente la qualità del contenuto alle reali condizioni di banda e di capacità di elaborazione presenti nel client. Lo streaming avviene sfruttando il protocollo HTTP, consentendo così l’utilizzo delle infrastrutture di caching esistenti su Internet per questo protocollo. Con la nuova beta degli IIS Media Services è possibile utilizzare questa tecnologia di streaming anche per lo streaming in tempo reale oltre che per il VOD (Video On Demand).

La sorgente video originale è messa a disposizione attraverso gli encoder con la generazione di flussi a diversi livelli di qualità che corrispondo a differenti livelli di bitrate . I flussi sono costituiti da una sequenza contigua di chunk video da 2 secondi e oltre a fornire i contenuti live, vengono automaticamente archiviati in file sullo storage dei server di pubblicazione e offerti immediatamente per fornire anche la possibilità di navigare ondemand sul contenuto registrato.

clip_image004

Lato client Il player basato su Microsoft Silverlight, effettua la prima richiesta HTTP verso l’url dei server IIS7 con il modulo degli IIS Media Services ricevendo in risposta un manifest XML che contiene le informazioni sui differenti livelli di qualità disponibili.

clip_image006

Sulla base delle informazioni contenute nel manifest il client esegue la richiesta del primo chunk video al livello di qualità più basso tra quelli disponibili.

clip_image008

Durante il download dei chunk il client calcola la banda disponibile, procedendo alla richiesta dei chunk successivi con il livello di bitrate più adeguato rispetto alle condizioni di banda ed alla capacità di elaborazione disponibile al momento sulla CPU, garantendo continuità nella fruizione del contenuto, fluidità ed il massimo di qualità possibile in a base alle condizioni del client.

clip_image010

Le richieste dei chunk video sono effettuate con una serie di richieste HTTP ed è quindi possibile sfruttare l’infrastruttura di caching disponibile su Internet e inserire i server IIS7 che erogano lo streaming, dietro una CDN di terzo livello che consenta di effettuare il caching e la distribuzione capillare dei chunk. La CDN non deve essere costituita da macchine specializzate, ma può essere utilizzata una classica cache HTTP equivalente a quelle già esistenti per il caching e la distribuzione di immagini e contenuti html.

clip_image012

Oltre alla fruizione via HTTP del video, avendo a disposizione le potenzialità di sviluppo offerte da Microsoft Silverlight, si possono combinare con i contenuti video servizi aggiuntivi di informazione. Nel caso di questo evento RAINET mette a disposizione una finestra che contiene la cronaca della partita realizzata dalla redazione di RAISPORT permettendo di spostarsi istantaneamente nel punto specifico della partita.

clip_image014

Le classi base del player Silverlight per lo Smooth Streaming consentono inoltre di effettuare il logging completo del funzionamento del client, raccogliendo in tempo reale le informazioni su gli utenti connessi e sul livello medio di qualità di fruzione del contenuto. Altri servizi possono essere implementati come ad esempio la gestione dello start e lo stop dell’evento, lo switch su flussi di back up, la riconnessione automatica in caso di errori, la limitazione della banda massima consumabile dal client e altre informazioni o servizi programmabili attraverso .NET e Silverlight.

clip_image016

La seguente immagine mostra l’architettura della soluzione utilizzata per l’erogazione in diretta delle partite della Confederation Cup.

clip_image002[9]

I flussi HDTV a 1080i sono codificati in 7 livelli di bitrate con chunk video in VC-1 da 350k fino a 3 Mb per la versione HD a 720p di risoluzione, attraverso due encoder SpinnakerTM 7000 di Inlet sincronizzati con un generatore di timecode.

I due encoder alimentano una batteria di server Windows Server 2008 con IIS7 e la beta degli IIS Media Services 3.0 in bilanciamento di carico senza affinità.

La server farm alimenta in pull la CDN di Level3 che distribuisce i contenuti su Internet attraverso un alias DNS fino a raggiunger il player client basato su Silverlight e contenente l’algoritmo client per lo Smooth Streaming.

Buona visione a tutti e Forza Azzurri !!!

Giuseppe