Tante le novità presentate nella keynote del secondo giorno di pdc’09 principalmente dedicata alle tematiche legate alla “user experience” e allo sviluppo di applicazioni client e Web.
Steven Sinofsky, Scott Guthrie e Kurt Del Bene
ci hanno indubbiamente regalato due ore cariche di emozioni scatenando l’entusiasmo tra i partecipanti e le persone che come me seguivano la diretta dell’evento attraverso un player Silverlight Smooth Streaming da casa.

W7
La prima parte, guidata da Sinofsky e dedicata alle novità legate a Windows 7
è stata caratterizzata da una serie di demo e presentazione di “case history” inerenti alle novità introdotte in termini di “user experience/usabilità, performance, sicurezza e affidabilità” che caratterizzano questa nuova release del sistema operativo. Inoltre il supporto al “multi-touch”, funzionalità supportata da alcuni device già disponibili sul mercato, abilita l’utente ad una nuova esperienza nel fruire ed interagire con le applicazioni sul proprio PC. Il tradizionale paradigma di interazione, in cui l’utente attraverso l’impiego del mouse e la tastiera interagisce con l’applicazione, sta evolvendo. Un grado di libertà aggiuntivo, offerto dalla possibilità di interagire in modo naturale ed intuitivo con l’applicativo sta caratterizzando su più fronti l’evoluzione dei prodotti digitali ed in parallelo il rapporto con l’utente.
IE improvements
Inoltre, sono state presentate alcune anteprime sulla prossima versione del browser - Internet Explorer 9 attualmente in fase di sviluppo memore dell’esperienza fatta su IE8 e con l’obiettivo di continuare a migliorare ed incrementare la “browser experience” dell’utente. Anche in questo ambito gli investimenti fatti, dopo solo 3 settimane di sviluppo da parte del team di prodotto e dall’uscita di Windows 7, sono davvero molti. Particolare focus nell’ottica di fornire uno strumento che sia sempre più performante nel rendering delle pagine (hardware accelerated graphics and text, javascript performance), interoperabile, sicuro ed in continua evoluzione e conforme nel rispetto degli “standard” (Acid3, HTML 5, CSS 3, etc).

A seguire, l’intervento di Scott Guthrie interamente dedicato allo sviluppo Web e a Silverlight.
A poco più di due anni di distanza dal rilascio della prima versione del plug-in, stiamo parlando di Settembre 2007, l’evoluzione di Silverlight è davvero senza precedenti.
Proprio ieri pomeriggio, durante la keynote, sono state illustrate in anteprima tutta una nuova serie di funzionalità disponibili con la versione di Silverlight 4, attualmente in Beta. Naturale evoluzione di una vera e propria piattaforma per lo sviluppo Web che permette di sfruttare tutte le potenzialità del Framework .NET in piena interoperabilità “cross platform” e “cross browser”. In parallelo con la presentazione del runtime, sono stati anche resi disponibili una serie di strumenti specifici “Silverlight 4 Beta Tools e Silverlight 4 SDK per iniziare a sperimentare lo sviluppo con Visual Studio 2010 Beta 2 ed Expression Blend for .NET 4 Preview una versione specifica del tool per il desing della “user interface” in Silverlight 4.
SL4 Media
Ma vediamo alcune delle principali funzionalità che caratterizzano Silverlight 4 Beta, i principali scenari di riferimento sono: Media, Business Application e Beyond the Browser e su questi contesti sono state introdotte una serie di novità in riferimento anche dei feedback che sono stati segnalati da voi sviluppatori in questi ultimi mesi.
In ambito Media, Silverlight 4 permetterà di supportare l’impiego della webcam e del microfono presenti sul PC dell’utente, saranno abilitati anche gli scenari di multicast streaming molto utili soprattutto in ambito “enterprise” per ridurre il consumo di banda nella fruizione di contenuti video ad alta definizione nelle intranet aziendali, dietro i firewall. Ed infine, ma non per importanza le funzionalità di “l’output protection” e DRM per contenuti offline, ad esempio per la protezione di video che saranno fruiti direttamente sul desktop attraverso un’applicazione Silverlight “out of the browser” (OOB). Sempre in ambito media alcune novità in merito a Silverlight e Smooth Streaming, funzionalità erogabile attraverso IIS7 Media Services e che abilita l’erogazione e la fruizione di contenuti video HD via “http” attraverso uno streaming adattativo del video a seconda delle condizioni di banda e della CPU del PC dell’utente.
In questo ambito è stato rilasciato Silverlight Media Framework, lo trovate disponibile su Codeplex, che permette in tempi rapidi di creare e personalizzare un player video Silverlight Smooth Streaming con una serie di funzionalità disponibili “di default”: slow motion, next chapter marker, bitrate meter, etc. Attraverso IIS Media Services sarà possibile erogare contenuti video Smooth Streaming anche per contesti e device diversi, un esempio fra tutti per l'iPhone di Apple. Proprio durante la keynote è stata presentata una pagina del portale iis.net ospitante un video fruibile da iPhone attraverso Safari (accedendo alla pagina http://www.iis.net/iphone) e che viene erogato attraverso IIS Smooth Streaming.

SL4 Business
In ambito applicazioni LOB, Silverlight 4 abilita il “printing” per la gestione della stampa di documenti, la gestione e l’impiego di “rich text editor”, ammette l’utilizzo del “right click” per la gestione di “custom context menu” e del “mouse wheel” all’interno di applicazioni Silverlight e il “clipboard access”. Il “drag/drop” di contenuti dal file system all’applicazione ospitata all’interno del browser e l’hosting di elementi HTML all’interno di un’applicazione Silverlight.
SL4 Business
Infine supporta anche il “commanding MVVM” per le dinamiche di Model View View Mode, la modalità di visualizzazione “right to left” (RTL) dell’applicazione per essere pienamente compatibile anche in contesti International e sono stati resi disponibili una serie di controlli aggiuntivi nella library di controlli già disponibili con la versione di Silverlight 3.
Sempre in ambito Silverlight OOB è stata presentata un’interessante applicazione che permette di fruire dei servizi offerti da Facebook direttamente all’interno dell’applicazione Silverlight installata localmente sul proprio PC permettendo di sfruttare gran parte delle nuove funzionalità disponibili in questa nuova versione del plug-in. Un ottimo esempio di interoperabilità e condivisione di servizi tra le due piattaforme.
Vi ricordo che trovate tutti i riferimenti per iniziare a sperimentare con Silverlight 4 Beta in questa pagina.

Office 2010 Beta
Nell’ultima parte della keynote, presidiata da Kurt Kurt Del Bene
sono state annunciate le Beta pubbliche di Office 2010, SharePoint 2010, Project 2010 e Visio 2010 una nuova release di strumenti atti a migliorare ed ottimizzare la produttività su più ambiti: “user experience, application services, content e data management, interoperability and line of business application  e tool and deployment flexibility”.
Il tutto in una piattaforma completamente integrata con l’ambiente di sviluppo in Visual Studio 2010.
Accedendo a questa pagina troverete i riferimenti al download della nuova release di strumenti

Vi invito a rivivere insieme gli importanti annunci presentati nella keynote a questo link e vi ricordo che nelle prossime ore saranno disponibili i video delle sessioni sul portale ufficiale di pdc09.