Con il rilascio della prima versione di Windows Azure e SQL Azure, questi servizi sono ora disponibili  per un utilizzo in produzione in 21 paesi del mondo, aprendo la strada ad una nuova modalità per la gestione e l'esercizio delle nostre soluzioni informatiche. Clienti e Partner nei paesi in tutto il mondo possono utilizzare Windows Azure e SQL Azure per le loro applicazioni e servizi, con le modalità  previste dal Service Level Agreements (SLA) della piattaforma.

 AppFabric la piattaforma Windows Azure Service Bus e di controllo di accesso  continua ad essere in CTP fino ad aprile 2010 per coloro che si iscrivono, e anche Microsoft codename "Dallas" continuerà ad essere in CTP.

Per consentire di iniziare a utilizzare Windows Azure per sviluppare e testare applicazioni cloud prima di distribuirle into production. in produzione, sono  ora disponibili  tre offerte che consentono anche un utilizzo di test iniziale

All'attivazione dei servizi collegati alle offerte, verrà richiesto un numero di carta di credito e l'indirizzo di fatturazione,  per evitare l'interruzione del servizio nel caso di superamento dei limiti senza costo previsti dalle offerte, e poter poi garantire la trasformazione del servizio nel caso in cui si scelga di utilizzare Windows Azure su base continuativa.  Sarete avvisati tramite l'indirizzo e-mail del Windows Live ID di registrazione quando raggiungerete  75% della vostra capacità di carica.

Con il rilascio della prima versione è attiva anche la componente di fatturazione dei servizi e va quindi prestata attenzione alla modalità con cui vengono conteggiati i servizi utilizzati per il successivo pagamento. Le informazioni per il pagamento con le tariffe per paese le trovate su questa pagina relativa all'offering ed al pricing .

Essenzialmente le caratteristiche principali per il pagamente di Windows Azure si possono riassumere come di seguito:

  • Tempo di utilizzo, misurato in ore di deployment del servizio: Il calcolo delle ore viene conteggiato solo per quando l'applicazione e in deployment nel cloud. Vengono calcolate anche le applicazioni sospese\spente che sono in deployment, durante lo sviluppo ed il test o quando non vengono utilizzate è opportuno rimuovere completamente dal cloud le istanze non attive per ridurre il calcolo delle ore di consumo. Le ore parziali vengono calcolate come ore complete.
  • Storage, misurato in GB : L'archiviazione è misurata in unità di importo medio giornaliero di dati memorizzati (in GB) su un periodo mensile. Ad esempio, se un utente ha caricato e 30GB di dati memorizzati su Windows Azure per un giorno, il suo storage fatturato mensile sarebbe di 1 GB. Se l'utente stesso ha caricato 30GB di dati memorizzati su Windows Azure per un intero periodo di fatturazione, il suo fatturato mensile di stoccaggio sarebbe 30GB. Il taglio minimo che viene calcolato è di 1GB. Lo storage è anche misurato in termini di operazioni di memorizzazione utilizzate per aggiungere, aggiornare, leggere e cancellare i dati. Questi sono fatturate ad un tasso previsto dal pricing applicato nel paese per 10.000 (10k) richieste di transazione.
  • Data transfers in GB (transmissione da e per Windows Azure datacenter) : I trasferimenti di dati sono misurati in GB e si pagano in base alla quantità totale di dati che entrano ed escono dei servizi Azure via Internet in un dato periodo di 30 giorni. I trasferimenti di dati all'interno di una regione sub sono gratuiti.
  • Transactions , misurate come richieste all'applicazione.

Per ogni dubbio, fate riferimento alle pagine dell'offering e del pricing sul sito ufficiale, disponibile anche un Windows Azure Platform TCO e ROI Calculator: http://www.microsoft.com/windowsazure/tco/.

Rilasciata anche la Beta Release of Windows Azure Drive annunciata a PDC, maggiori informazioni tecniche nello specifico whitepaper ed è stato rilasciato anche  il nuovo  Windows Azure Tools  e  SDK 1.1  .