Silverlight è una tecnologia RIA (Rich Internet Application) e tra gli scenari in cui esprime al meglio le sue potenzialità abbiamo  le Business Application e gli scenari Media avanzati, tematica importantissime nello sviluppo di soluzioni per Internet e per le Internet . Dopo il rilascio della SP1 per WCF RIA Services con notevoli miglioramenti nell'area delle business app, rilasciata da poco la nuova versione di IIS Media Services (IIS MS) 4.0 che in combinazione con lo Smooth Streaming  Client SDK 1.1  che con l'ultima release è anche disponibile grazie a Silverlight anche per il Windows Phone 7 e  SMF 2.2  (Silverlight Media Framework) ,  forniscono una completa piattaforma per lo sviluppo di applicazioni per scenari media avanzati. In particolare in Italia abbiamo nel marketplace di Windows Phone 7 (WP7)   una prima versione dell'applicazione di Rai Tv che utilizza appunto Silverlight e il nuovo client dello Smooth Streaming per WP7 portando sul device i contenuti video del portale RaiTv, utilizzando lo stesso backend di streaming Live e della ReplayTv che viene utilizzato per PC Windows e Mac.

Negli ultimi mesi tante sono le applicazioni media che sono state realizzate con Silverlight è IIS Media Services  tra cui i Mondiali di Calcio in sudafrica, Sunday Night Football, the Tour de France, e le Olimpiadi invernali utilizzate anche in Italia da RaiTV e anche da CTV in Canada , NBC in USA , NRK in Norvegia, France Television in Francia.

La missione principale di questa nuova versione è quella di implementare una piattaforma integrata che sfruttando le caratteristiche di portabilità di Silverlight e le nuove funzionalità di IIS Media Services 4.0 , consenta di poter servire con un unica piattaforma una ampia gamma di client partendo dal PC,  Windows e Mac  fino ad arrivare a Windows Phone 7, Connected TV e device Apple come iPhone e iPad.

Tante le novità introdotte tra cui il nuovo supporto per il protocollo di http adaptive streaming supportato dai device iOS Apple. Il nuovo IIS Media Services può effettuare durante uno streaming Live con l'utilizzo di codec H264, il transmux automatico del contenuto anche nel formato supportato dai device iOS Apple , consentendo con estrema semplicità di servire il contenuto anche a questa tipologia di device.

Nel tab della configurazione del publishing point Live in IIS Media Services 4.0 è ora possibile abilitare con una semplice configurazione questa funzionalità e servire contemporaneamente più device:

Per provare la feature è possibile utilizzare la versione full di Expression Encoder 4 Pro che ha il supporto anche per lo Smooth Streaming Live  H264 (la trial non ha il supporto per questo) o un encoder compatibile con Smooth Streaming Live con H264 e seguire questo tutorial. Per maggiori informazioni sull'utilizzo di Expression Encoder 4 Pro consiglio questo  blog post  di Sam Wookey con un walkthrough su EE4 .

Tra le novità per il supporto di Http Streaming per  iOS :

 •Live DVR – Pause, Rewind, Seek
•Compatibility mode per device iOS3
•AES Encryption secondo la specifica Http Live streaming 
•Archiving e Segmentazione– permette di salvare il DVR del Live anche in questo formato per riutilizzarlo in on-demand playback anche segmentandolo 
•Supporto per  i B-frame – migliore qualità per il video 

Tra le altre feature di IIS MS 4.0 abbiamo:

 •Publishing point runtime status – fornisce in real-time le statistiche di utilizzo via API e attraverso la UI di IIS MS 4.0
•Manifest compression – riduce le dimensioni del manifest inviato ai client
•Metadata delivery support – fornice in  RDF format i metadati dal encoder al client
•Migliorato utilizzo della memoria durante il carico
•Smarter disk access – miglioramento delle performance di accesso al disco
•Dedicated fragment caching – riduzione dell'accesso al disco durante lo streaming live
•Low-Latency Live Streaming- possibilità di abbassare la latenza fino a meno di due secondi 
 

Tra le novità, annunciate anche alcune features per la prossima versione di IIS MS come il supporto per lo streaming in Multicastast, il DRM integrato nativamente con IIS MS che semplificherà ulteriormente gli scenari di protezione del contenuto e ulteriori evoluzioni sulla piattaforma IIS Transform Manager già disponibile in alpha, su cui si avrà una beta a breve . Su IIS Trasform Manager in questo tutorial trovate ulteriori informazioni .