Questo guest post è stato scritto da Matteo Emili, Microsoft MVP Visual Studio ALM (qui trovate uno dei suoi blog).

Qualche giorno fa Brian Harry ha annunciato (http://blogs.msdn.com/b/bharry/archive/2010/12/07/portfolio-management-tfs-lt-gt-project-server-integration-in-beta.aspx, di cui questo post è una sintesi), contemporaneamente alla Beta 1 del Service Pack 1 per Visual Studio e Team Foundation Server, anche la beta un nuovo Feature Pack chiamato “Visual Studio Team Foundation Server 2010 and Project Server Integration Feature Pack”. Questo Feature Pack, a differenza dei precedenti connettori per Team Foundation Server 2005 e 2008 (sviluppati da Microsoft ma resi disponibili su Codeplex), sarà completamente supportato dal Customer Support Service (CSS) di Microsoft, ed insieme alla sua documentazione saranno localizzati anche in Italiano al momento della RTM. Sostanzialmente, la rivoluzione consiste nell’avere ora un prodotto “first class citizen” e non un semplice “add-in”.

Ma vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta...

Come funziona?

L’integrazione che questo Feature Pack offre è una sincronizzazione automatica che permette agli utenti (Project Manager) che utilizzano Project Server di allinearsi e condividere informazioni con i team di sviluppo che utilizzano Team Foundation Server. Quindi sarà possibile permettere al PM di strutturare il progetto su attività di alto livello ed a lungo termine, mentre i developer possono scomporre queste attività in task più brevi, mantenendo però unita la gestione delle risorse e del tempo di lavoro fra Team Foundation Server e Project Server, in maniera totalmente trasparente.

clip_image001[11]

Si può quindi partire da una macroassegnazione delle attività da svolgere, che andrà a creare una serie di requisiti all’interno del sistema di Work Item Tracking.

clip_image002

A seguire si possono creare i task figli in Team Foundation Server, ed avere la visione dettagliata di ciò che deve avvenire all’interno del team di sviluppo. Ricordiamo sempre che solitamente il PM non ha interesse nel sapere cosa svolge la singola persona, ma bensì a quante ore una determinata funzionalità necessita per essere completata.

clip_image002[5]

Inoltre pone rimedio ad un limite presente sin da Team Foundation Server 2005, ossia l’assegnazione di più risorse alla stessa attività in Project. Ora invece, una volta completata la creazione dei Work Item legati alla singola macroattività, il risultato che otteniamo è questo:

clip_image001[5]

Questo risultato è ottenuto al momento della sincronizzazione con Project Server, che aggrega i dettagli gerarchici, mentre Team Foundation Server continua ad avere Work Item ad assegnazione singola. Se il PM avesse la necessità di verificare anche le singole attività, ecco come si presentano in Project:

clip_image002[11]

Licensing

Il Feature Pack è incluso negli abbonamenti MSDN che accompagnano Visual Studio Ultimate. Quindi basta un Visual Studio Ultimate con MSDN Subscription per avere accesso al Feature Pack ed installarlo sui server. La beta attuale dispone già di Go-Live, ossia di una licenza per l’uso in produzione in modo supportato dal CSS (il servizio di supporto ufficiale Microsoft).

Per quanto riguarda le CAL necessarie invece, è stato scelto un approccio molto semplice: è necessaria la CAL del server al quale si accede in modo diretto. Quindi se un Project Manager utilizza esclusivamente Project e Project Server, non ha bisogno della CAL per Team Foundation Server. Viceversa, se il responsabile dello sviluppo usa solo Team Explorer, non ha bisogno della CAL per Project Server. Questo perchè la sincronizzazione avviene in background, e non in maniera interattiva. Ovviamente se qualcuno ha necessità di accedere ad entrambi in modo diretto, allora saranno necessarie entrambe le CAL.

Documentazione

E’ già disponibile una buona quantità di documentazione, a partire dal portale MSDN dedicato. Inoltre è già disponibile un forum dedicato alle possibili problematiche tecniche di questo Feature Pack. Qui invece troviamo una prima versione della guida agli scenari di integrazione, che sicuramente verrà aggiornata con le prossime beta.

Sempre a seconda del ruolo abbiamo a disposizione diversi blog: sul lato degli sviluppatori il must è sicuramente il blog di Brian Harry, Technical Fellow e Product Unit Manager (Visual Studio ALM), raggiungibile a questo indirizzo. Mentre per chi è più vicino alla gestione del progetto, molto interessanti è il blog di Christophe Fiessinger, Senior Technical Product Manager di Project.