Oggi a MIX 11 è stata rilasciata la beta di Silverlight 5, di seguito le principali novità.

  • Breakpoint nello XAML: che permettono il debug delle espressioni di binding a runtime e ispezionare valori!
  • Ancestor RelativeSource: per il binding a proprietà del controllo genitore
  • Binding possibile ora anche sugli style setter
  • DataTemplate impliciti e la possibilità di usare DataTemplate multipli sulla stessa sorgente dati. Nella figura seguente vedete l’uso della keyword DataType, che identifica l’oggeto a cui si applica il template, che viene identificato in base al tipo.

 

image

 

  • Supporto alle SoundEffect API di XNA per lanciare velocemente audio per file di piccole dimensioni.
  • “Trick Play”: per impostare una velocità di riproduzione dei video maggiore, che consente quindi agli utenti di vedere video a velocità superiore.
  • i file multimediali in formato H.264 sono ora decodificati in hardware per aumentare le prestazioni.
  • RichTextBoxes che possono essere collegati tra loro, dimodo che quando il testo non stia più su un controllo finisca sull’altro e che quindi il testo possa essere formattato su più colonne.
  • ClickCount: che consente di rilevare più eventi di click.
  • Applicazioni in Elevated Trust nel browser che consento l’accesso alla keyboard in full-screen, etc e a tutte le funzionalità prima disponibili solo out-of-browser. Le applicazioni devono essere firmate e abilitate (via Group Policy) per poter disporre di questa funzionalità.
  • Accesso completo al file system.
  • Accesso alle XNA 3D API
  • Custom Markup extensions
  • Supporto HTML in-browser dentro Silverlight.

Nella beta non sono presenti tutte le funzionalità annunciate in precedenza e non è disponibile una licenza go-live.

Altri link e approfondimenti sono disponibili partendo da questo link.