Se vi capita di superare la soglia di utilizzo delle risorse di Windows Azure associate alla vostra sottoscrizione, per esempio i 150 euro di credito mensile della trial o il credito mensile della vostra sottoscrizione MSDN, e ricevete la mail in cui vi viene segnalato che la vostra sottoscrizione è stata disabilitata, nessun PANICO.

Quello che succede quando raggiungete il limite mensile di risorse gratuite di Windows Azure e non avete precedentemente sbloccato il limite di spesa associato alla vostra sottoscrizione, è che il vostro account di archiviazione viene impostato come read-only. I file VHD delle vostre macchine virtuali rimangono nello storage ma le VM deployate vengono cancellate. Questo viene fatto perchè le macchine virtuali anche se spente riservano capacità computazionale.

Per poter “ripristinare” i vostri servizi dovete per prima cosa modificare il limite di spesa che è impostato nella vostra sottoscrizione (cosi potete stare TRANQUILLI che i vostri servizi saranno always-on).

Capture1

 

In seguito potete utilizzare i dischi VHD delle vostre VM per creare una nuova macchina virtuale, seguendo questi passaggi:

1. Dal portale andate su NewCompute - Virtual machineFrom Gallery

2

2. Nei Dischi personali scegliete il disco che era stato creato per la macchina virtuale precedente

Capture2

 

3. Completate gli step successivi per creare la macchina virtuale

 

Nota: Per usare lo stesso DNS che era stato creato per la VM originale, è necessario cancellare il cloud services relativo prima di creare la nuova VM. In caso contrario si ottiene un errore che indica che il DNS è già in uso.

Capture3

In questo modo avrete la vostra macchina virtuale con le stesse configurazioni di quella originale e con tutti i vostri dati.

Quando lavorate con le macchine virtuali fatte attenzione al disco D: , è un disco temporaneo. Il Temporary Storage (D: ), a differenza del disco OS e del disco dei dati non è persistente sullo storage di Windows Azure. I dati che memorizzate nell’unità D: vengono persi quando la macchina virtuale viene spostata o se avviene un guasto hardware. Anche nel caso illustrato precedentemente, quando vi viene disabilitato il servizio perchè avete superato la soglia limite di risorse gratuite, quando ricreate la macchina virtuale a partire dal file VHD della vostra VM originale, se avete memorizzato dei dati in D:, questi dati non li ritrovate sulla nuova macchina, sono persi.

Capture4

L’unità D: è prevista solo per la memorizzazione dei dati temporanei. Non utilizzate questa unità per memorizzare dati che non volete perdere.

Di seguito trovate una guida che vi spiega come agganciare dei dichi persistenti alle vostre VM: http://www.windowsazure.com/en-us/manage/windows/how-to-guides/attach-a-disk/