Articolo originale pubblicato sabato 15 dicembre 2012

Bojana Duke lavora come Program Manager nel team di SharePoint. Ha lavorato sulle caratteristiche di condivisione, oltre alle caratteristiche di callout, prestazioni e legacy.

Sappiano che i siti di SharePoint sono spesso usati per informazioni e processi mission-critical. Per questo motivo, è molto importante che gli aggiornamenti dei nostri prodotti e servizi siano il più veloce e indolore possibile. Quando si aggiorna un sito da SharePoint 2010 a SharePoint 2013, facciamo in modo che il contenuto e la struttura del sito siano conservati. C'è però un compromesso. Poiché non vogliamo interferire con il modo in cui avete personalizzato il sito, alcune caratteristiche non saranno attivate per impostazione predefinita dopo l'aggiornamento del sito. In questo post sono illustrate queste caratteristiche, e il modo in cui utilizzarle.

Il sito, prima e dopo l'aggiornamento

Prima di parlare delle caratteristiche che NON sono presenti per impostazione predefinita, parliamo delle differenze che possiamo notare in un sito di esempio prima e dopo l'aggiornamento:

Figura 1. Il sito prima dell'aggiornamento da SharePoint 2010 a SharePoint 2013

Figura 2. Il sito dopo l'aggiornamento da SharePoint 2010 a SharePoint 2013

Nuova pagina master e stile visivo

Il cambiamento più evidente dopo l'aggiornamento è la nuova pagina master predefinita. È semplice e pulita, concepita per mettere in mostra il contenuto del sito. La nuova pagina master include gli stili utilizzati per la formattazione del testo nel sito, e per questo motivo i caratteri, i colori e le dimensioni del testo potrebbero cambiare.

La maggior parte dei componenti principali del sito sono ancora lì; potrebbero però apparire un po' diversi.

Logo del sito

In SharePoint 2010, il logo del sito era limitato a un quadratino di 60 x 60 pixel. In SharePoint 2013, se si utilizza la pagina master predefinita, le dimensioni ottimali del logo del sito sono 180 x 64 pixel. Potete così caricare un nuovo logo che vi consente di sfruttare appieno il nuovo spazio.

Barra multifunzione

In SharePoint 2010 la barra multifunzione era stata introdotta come posizione centrale in cui trovare i comandi per l'interazione con SharePoint. In SharePoint 2013 la barra multifunzione ricopre ancora un ruolo importante, ma è stata minimizzata per impostazione predefinita, così che gli utenti possano maggiormente concentrarsi sul contenuto del sito. Per aprire la barra multifunzione è sufficiente scegliere una scheda (ad esempio, è sufficiente fare clic su "PAGINA in alto a sinistra)".

Barra di navigazione principale

Per impostazione predefinita, la barra di navigazione principale blu compare ora in tutti i siti di SharePoint, così che gli utenti possano sempre capire dove si trovano.

Menu Azioni sito

Il Menu noto in SharePoint 2010 come "Azioni sito" è stato spostato in alto a destra. È rappresentato dall'icona dell'ingranaggio ed è ora noto con il nome "Impostazioni." Questo menu è uguale negli altri prodotti della famiglia Office, come Outlook Web App.

Azioni in rilievo

In SharePoint 2010 erano presenti alcune icone di "azioni rapide" in alto a sinistra, tra il menu Azioni sito e la barra multifunzione. In SharePoint 2013 abbiamo allargato questo insieme di icone, e lo abbiamo spostato sul lato destro della pagina.

Comando Modifica collegamenti

Noterete anche il nuovo comando MODIFICA COLLEGAMENTI disponibile dopo i menu di avvio rapido e di navigazione superiore. Questo comando consente di inserire una modalità di modifica rapida per organizzare la navigazione all'interno del sito.

Differenze tra siti aggiornati e siti nuovi

Creando un sito del team in SharePoint 2013 noterete differenze abbastanza evidenti rispetto a un sito aggiornato.

Icone iniziali

La differenza più evidente consiste, probabilmente, nelle Icone iniziali che si trovano nei nuovi siti di SharePoint 2013.

Icone iniziali
Figura 3. Icone iniziali

Le icone offrono collegamenti ad alcune azioni comuni, come la condivisione del sito e l'applicazione di un tema. Le icone sostituiscono i collegamenti presenti in "Introduzione" di SharePoint 2010.

Le icone vengono aggiunte automaticamente al sito aggiornato, ma non alla home page perché non vogliamo interferire con il vostro contenuto. Potete accedere alle icone dal menu Impostazioni scegliendo Introduzione.

Figura 4. Accedere alle nuove icone iniziali scegliendo Introduzione dal menu Impostazioni

Potete anche modificare la home page per rimuovere i vecchi collegamenti Introduzione e aggiungere le icone. Per ottenere una home page identica a quella di SharePoint 2013 sono necessarie alcune modifiche:

  1. Modificare il layout di pagina
    Modificare la home page e, nella scheda Formato testo della barra multifunzione, selezionare Layout testo. Scegliere quindi Due colonne con intestazione.
    Figura 5. Utilizzo della barra multifunzione per modificare il layout di pagina
  2. Aggiungere le icone
    Posizionare il cursore nell'area del testo dell'intestazione e quindi, nella scheda INSERISCI della barra multifunzione, inserire la web part Introduzione al sito personale.
    Figura 6. Inserire la web part Introduzione al sito personale per aggiungere le nuove icone iniziali
  3. Eliminare il contenuto vecchio
    Potete anche rimuovere contenuto vecchio o non più necessario dalle due colonne della pagina.
    Figura 7. Rimozione opzionale del contenuto vecchio
  4. Spostare i documenti condivisi
    In SharePoint 2013, nella colonna sinistra della home page è possibile inserire un newsfeed del sito. Vedremo in seguito come inserirlo. Per ora, trascinate la web part Documenti condivisi dalla colonna di sinistra alla colonna di destra.
  5. Salvare la pagina e interrompere la modifica

Caratteristica Blocco appunti sito

I siti dei team di SharePoint 2013 sono dotati di un blocco appunti di OneNote. Per aggiungere il blocco appunti a un sito aggiornato, è sufficiente abilitare la caratteristica del blocco note del sito. Questa caratteristica richiede un server WAC associato.)

Per attivare il Blocco appunti sito:

  1. Impostazioni (ingranaggio) -> Impostazioni sito -> Gestisci caratteristiche sito
    Dal menu Impostazioni, scegliere Impostazioni sito, quindi Gestisci caratteristiche sito.
  2. Attivare il Blocco appunti sito
    In Blocco appunti sito, scegliere Attiva.
    Figura 8. La caratteristica Blocco appunti sito

Caratteristica del newsfeed del sito

I siti di SharePoint 2013 sono dotati di un newsfeed. Per l'aggiunta di un feed al sito aggiornato è necessario che siano rispettati alcuni prerequisiti:

  • È necessario SharePoint Server 
  • L'host del sito personale deve essere distribuito
  • Il sito deve trovarsi sulla stessa applicazione Web dell'host del sito personale

Per aggiungere un newsfeed del sito:

  1. Impostazioni (ingranaggio) -> Impostazioni sito -> Gestisci caratteristiche sito
    Dal menu Impostazioni, scegliere Impostazioni sito, quindi Gestisci caratteristiche sito.
  2. Attivare la caratteristica "Feed sito"
    In Newsfeed sito, selezionare Attiva.
  3. Aggiungere la web part Feed sito alla home page
    Posizionare il cursore nell'area del testo dell'intestazione e quindi, nella scheda INSERISCI della barra multifunzione, inserire la web part Feed sito

Struttura di navigazione

Come ho detto in precedenza, la filosofia di SharePoint 2013 si basa sul contenuto dei siti anziché sulla struttura e le funzioni di SharePoint. Ciò è evidente dal fatto che sono state rimosse le intestazioni (ad esempio Raccolte e Elenchi e discussioni) dal menu di navigazione.

Potete aggiornare il menu di navigazione del vostro sito in tutta facilità affinché corrisponda alle nuove convenzioni, semplicemente rimuovendo le intestazioni:

  1. Nel menu di navigazione, selezionare MODIFICA COLLEGAMENTI.
  2. Trascinare gli elementi fuori dalle intestazioni.
  3. Eliminare le intestazioni non necessarie.

Nei nuovi siti di SharePoint ci sforziamo anche di eliminare tutti i possibili elenchi, raccolte, app o pagine indesiderati. Vi consigliamo di scegliere con cura il menu di navigazione ed eliminare tutti gli elementi non utilizzati di frequente.

Ci sono anche diverse altre modifiche, meno evidenti rispetto a quelle di cui abbiamo parlato, ma che comunque rendono diversa l'esperienza di SharePoint.

Pagine o finestre di dialogo per i moduli

Grazie a SharePoint 2013 e ad alcuni dei miglioramenti che abbiamo apportato alle prestazioni, la transizione tra le pagine risulta molto più semplice. Abbiamo deciso di aprire, per impostazione predefinita, i moduli Elenco e Raccolta a pagina intera e non in finestre di dialogo. Potete così concentrarvi sul contenuto del modulo senza farvi distrarre dallo sfondo, e ottenere più spazio per le informazioni sulle quali lavorate.

Per fare aprire i moduli a pagina intera potete modificare le impostazioni di Elenco e Raccolta:

  1. Nella scheda Elenco o Raccolta della barra multifunzione, selezionare Impostazioni elenco o Impostazioni raccolta.
  2. Nella prima colonna, selezionare Impostazioni avanzate.
  3. Scorrere fino all'opzione Finestre di dialogo, in fondo:
    Figura 9: opzione Finestre di dialogo
  4. Selezionare No e quindi OK per salvare questa impostazione.

Autorizzazioni predefinite

Volevamo rendere SharePoint ancora più aperto per gli utenti, e così il nuovo livello di autorizzazione predefinito, Modifica, include la possibilità di creare e gestire elenchi e raccolte. Per i siti esistenti è necessario impostare su Modifica il livello di autorizzazione del gruppo Membri:

  1. Nel menu Impostazioni (l'ingranaggio), scegliere Condiviso con.
  2. Scegliere Avanzate.
  3. Selezionare la casella di controllo accanto al gruppo Membri relativo al sito.
  4. Nella barra multifunzione, selezionare Modifica autorizzazioni utente.
  5. Selezionare l'opzione Modifica e quindi OK.

Queste autorizzazioni saranno assegnate agli utenti già presenti nel gruppo Membri, e saranno concesse automaticamente a tutti i nuovi utenti aggiunti allo stesso gruppo.

Condivisione con tutti

Per aiutarvi a capire meglio come condividere con molti utenti senza dovervi preoccupare di gestire complesse autorizzazioni, abbiamo rinominato le attestazioni "Tutti gli utenti autenticati" e "Tutti gli utenti tenant" in "Tutti" e "Tutti tranne utenti esterni." In questo modo, gli utenti possono trovare queste attestazioni semplicemente digitando "tutti."

Come ottenere queste stringhe

"Tutti gli utenti autenticati" è ora chiamato "Tutti" e "Tutti gli utenti tenant" è ora chiamato "Tutti tranne utenti esterni," ma queste modifiche non vengono aggiornate automaticamente. Per riceverle, è necessario attivare la caratteristica (attraverso Windows PowerShell) con il GUID seguente: 10F73B29-5779-46b3-85A8-4817A6E9A6C2

$siteUrl = "http://www.contoso.com/" #URL of site collection
$site = Get-SPSite $siteUrl $site.Features.Add([System.Guid]"10F73B29-5779-46b3-85A8-4817A6E9A6C2")

"Tutti" rispetto a "Tutti tranne utenti esterni."

Nelle distribuzioni locali di SharePoint, l'attestazione "Tutti" è il nuovo nome di "Tutti gli utenti autenticati." SharePoint Online include questa attestazione "Tutti", che include gli utenti esterni se la caratteristica è abilitata (ciò è dovuto al fatto che gli utenti esterni sono anche "utenti autenticati"). SharePoint Online include inoltre una seconda attestazione, "Tutti tranne utenti esterni," che fa riferimento alla precedente attestazione "Tutti gli utenti tenant" e include tutti gli utenti autenticati ad eccezione degli utenti esterni.

Attivazione di Minimal Download Strategy (MDS)

MDS consente un'esecuzione più veloce e con meno problemi delle pagine, poiché scarica solo il contenuto diverso tra una pagina e l'altra.

Dal momento che MDS non è compatibile con tutte le personalizzazioni di SharePoint, è disattivato per impostazione predefinita. Potete decidere voi se attivarlo o meno dopo l'aggiornamento. Se non avete alcuna personalizzazione, potete attivare MDS senza problemi da Caratteristiche sito:

  1. Nel menu Impostazioni (ingranaggio), selezionare Impostazioni sito e quindi Gestisci caratteristiche sito.
  2. Scegliere Attiva per Minimal Download Strategy.

Se invece si dispone di personalizzazioni, si consiglia di consultare la documentazione di guida dettagliata per assicurarsi che le personalizzazioni siano compatibili con MDS. Le personalizzazioni includono web part di terzi, temi personalizzati e pagine master, e hanno la caratteristica Pubblicazione attivata.

Spero che questo post vi sia di aiuto A trarre il meglio dalle nuove caratteristiche di SharePoint 2013. Siamo orgogliosi di ciò che abbiamo creato, e contiamo di ricevere presto le vostre opinioni!

Questo è un post di blog localizzato. L'articolo originale è disponibile in Making the most of SharePoint 2013 when you upgrade